11 dicembre 2007

Stica!

Nell'ambito di una migliore comprensione interculturale, parleremo oggi del termine Sticazzi.
Nato nel Lazio, il termine cambia radicalmente significato oltre il Po: l'hinterland milanese, ha infatti stravolto la vera essenza dello Sticazzi intendendolo come un "accidenti", "perbacco", perdindirindina", quando il suo significato originario è completamente diverso.
Sticazzi, infatti è assimilabile a me'cojoni e non è assolutamente indice di ammirazione, ma anzi rappresenta una pura presa per il culo.
Questo muro linguistico ha causato numerose faide tra milanesi e romani per via della diversa interpretazione data (in pereftta buon fede) allo Sticazzi.
Quando un milanese vi dice Sticazzi lo fa perché è sorpreso/ammirato da quello che gli state dicendo (je state a 'ddi) e non sta a pijiarvi per culo
Quando un romano vi dice Sticazzi è troppo tardi: vuol dire che avete già detto una cazzata.
E sticazzi!

Nessun commento: